Proprietà

TUBI ACRILICI COLATI ED ESTRUSI

PROPRIETA’ FISICHE

Peso specifico: 20°C : 1.19 (quello del vetro è circa 2.7)

Assorbimento d’acqua: max 0.25 +/- 0.30% dopo 24 ore a 20°C ; max 0.5% dopo 7giorni

Impermeabilità: i tubi Policril sono del tutto impermeabili e permettono il convogliamento di

liquidi ad alta tensione di vapore e di gas.

Resistenza agli agenti atmosferici: i tubi Policril non subiscono il cosiddetto invecchiamento,

non vengono menomati dai repentini sbalzi di temperatura,

non si fessurano né si deformano.

Effetto dell’esposizione ai raggi ultravioletti: nessun effetto è visibile dopo 500 ore.

PROPRIETA’ MECCANICHE (A 20°C)

Resistenza alla trazione: 550 +/- 700 kg./ cm2 (supera i 900 kg. a – 40°C; scende a 400 KG. a +40°C)

Resistenza alla flessione: 1000 +/- 1200 kg./cm2

Resistenza alla compressione: 700 + 900 kg./cm2 (supera a 1700 kg. a –40°C; scende a 300kg. a + 40°C)

Durezza Brinell: 17.9 con sfera da 5 mm. peso di 250 kg. in 3”

Durezza hohs: 2 +/- 3 (madreperla 3, vetro 6)

Modulo di elasticità: 28500 kg./cm2

PROPRIETA’ TERMICHE

Punto di rammollimento: 95.105° C determinato con sistema Vicat

Coefficiente di dilatazione lineare: 9×20 /°C (a 20°C)

Calore specifico: 0.35 ca 1/gr/°C

Conducibilità termica: circa 5×10  unità c.g.s.

PROPRIETA’ OTTICHE

Indice di rifrazione: per linea di sodio D-1.493 a 20°C

Trasmissione  delle radiazioni: per uno spessore di mm.5

a) nello spettro visibile: superiore al 92%, la perdita è dovuta quasi interamente alla riflessione delle superfici.

b) nella gamma degli ultravioletti: migliore di quella del vetro ed esattamente:

Angstrom
3020       27%

3120        57%

3140        60%

3170        62%

3280        64%

3400        76%

N.B. : da gennaio 2010 senza alcun sovrapprezzo,  i tubi acrilici colati sono normalmente proposti nella versione “Uv adsorber”, che migliora la qualità di brillantezza del prodotto oltre che mantenerne inalterate le caratteristiche ottiche negli anni. Tali additivi filtrano quasi completamente la trasmissione delle radiazioni UVA e UVB. A parità di prezzo, solo a richiesta, ad esaurimento scorte di prodotto finito a magazzino, per particolari applicazioni (v. nel campo medicale), si renderà comunque disponibile il prodotto tradizionale.

c) nella gamma degli infrarossi: permeabilità buona eccettuate le bande assorbenti nelle frequenze di 12000,14000,17000 Angstrom.

PROPRIETA’ ACUSTICHE

I tubi Policril smorzano sensibilmente le onde sonore e possono venire impiegati come materiale in sonoro trasparente:

RESISTENZA ALLA PRESSIONE INTERNA DEI TUBI POLICRIL

La resistenza alla pressione interna è in relazione al diametro interno, allo spessore di parete ed alla temperatura. Appare quindi evidente che le tolleranze di parete abbiano una grande importanza ed è per questo che vengono sempre specificate e rispettate.

La resistenza alla pressione interna diminuisce con l’aumento della temperatura e viceversa.In pratica si è trovato che è sufficiente considerare la pressione di esercizio ammissibile pari a 1/5 o 1/6 di quella teorica di scoppio che può venire ricavata dalla formula:

P =  2 SK / D

In cui:  P è la pressione di scoppio in kg/cm S è lo spessore della parete in mm.

K è la resistenza alla trazione del materiale espressa in kg/cm (nel ns. caso a  20°c 560.700 kg./cm)

D è il diametro interno in mm. per cui tale formula ai fini pratici può venire espressa:

kg/cm  =  spessore di parete x 110 / diametro interno

COMPORTAMENTO DEI TUBI POLICRIL AGLI AGENTI CHIMICI

Sono solventi dei tubi Policril:

  • monomero di metacrilato di metile
  • idrocarburi clorati, ad es. cloruro di etilene, cloruro di metile, cloruro di metilene, cloroformio, monocloridrina di glicol;

altri derivanti clorati come il tetracloruro di carbonio, il tricloretano, il tricloro etilene sono solventi ma meno efficaci dei precedenti; idrocarburi aromatici come benzolo, toluolo,xilolo, ecc.; le aldeidi ed i chetoni come l’acetone ed il metil-etil-chetone; gli esteri dell’acido acetico, acetato di etile, di butile ecc.; gli alcool metilico, etilico, butilico sono solventi ma solo a caldo; l’alcool etilico provoca un gonfiamento del materiale.

Gli acidi non ossidanti e le basi forti non hanno azione molto energica in genere:

l’acido acetico non ha effetto in concentrazione fino al 20% e a 20°C

l’acido nitrico non ha effetto in concentrazione fino al 10% e a 40°C

la soluzione acida per accumulatori al piombo non ha effetto

l’acido butirrico attacca se in concentrazione superiore al 20% e a 20°C

l’acido cloridrico attacca se in concentrazione superiore al 20% e a 20°C

l’acido citrico attacca se in concentrazione superiore al 20% e a 20°C

l’acido cromico attacca se in soluzione superiore al 40% di CR0

l’acido fluoridrico attacca leggermente

l’acido formico non ha effetto in concentrazione fino al 25% e a 20°C

l’acido lattico non ha effetto in concentrazione fino al 20% e a 20°C

l’acido ossalico non ha effetto in concentrazione fino al 10% e a 20°C

l’acido fosforico non ha effetto in concentrazione fino al 50% e a 20°C

l’acido solforico non ha effetto in concentrazione fino al 25% anche a 60°C

l’acido tartarico non ha effetto in concentrazione fino al 20% e a 20°C

Basi: l’ammoniaca non ha effetto in soluzione fino al 25%

la potassa non ha effetto a freddo, a caldo non ha effetto in soluzione fino al 25%

la soda caustica non ha effetto a freddo, a caldo non ha effetto in soluzione fino al 25%

Altri prodotti chimici, oltre a quelli già citati, si comportano in modo vario:

  • alluminato di sodio non ha effetto
  • anidride acetica attacca
  • anilina attacca
  • bicromato di sodio non ha effetto in concentrazione fino al 40%
  • bisolfato di sodio non ha effetto in concentrazione fino al 20%
  • carbonato di sodio non ha effetto in concentrazione fino al 20%
  • cloruro di ammonio non ha effetto
  • cloruro di benzoile attacca
  • cloruro mercurico attacca
  • cicloesano attacca
  • ciclopropano ottone attacca
  • acqua ragia attacca
  • acqua ossigenata non ha effetto in concentrazione fino al 20%
  • acqua di mare non ha effetto
  • benzina attacca leggermente se contiene benzolo o piombo tetraetile
  • etere attacca*
  • etilamina attacca
  • etere di petrolio non ha effetto
  • gelatina non ha effetto
  • glicol non ha effetto
  • olio per motori sia normale che detergente non ha effetto
  • olio Lockeed per freni attacca
  • olio di noce di cocco non ha effetto
  • olio di oliva  non ha effetto
  • olio per trasformatori non ha effetto
  • ipoclorito di calcio non ha effetto
  • ipoclorito di sodio non ha effetto in concentrazione fino al 40%
  • ioduro di potassio non ha effetto
  • succhi di frutta non ha effetto se non contengono alcool
  • lattato di butile non ha effetto
  • lattato di etile non ha effetto
  • latte non ha effetto
  • lanolina non ha effetto
  • mercurio non ha effetto
  • cromato di mercurio lascia macchie leggermente rosate
  • metafofato di sodio non ha effetto
  • metatoluidene attacca
  • metilamina non ha effetto
  • nafta solvente americana non ha effetto
  • nicotina attacca
  • nitrato d’ammonio non ha effetto
  • mitrobenzolo attacca
  • oleato di sodio non ha effetto
  • paraffina medicinale non ha effetto
  • fenolo attacca
  • fosfati bisodico e trisodico non hanno effetto
  • stearato di butile non ha effetto
  • solfato di ferro non attacca, ma macchia leggermente
  • solfato di etile attacca
  • solfato di rame attacca
  • tintura di iodio attacca

I corpi gassosi non hanno generalmente alcun effetto con l’eccezione dell’anidride solforica SO che attacca.

CARATTERISTICHE DI RESISTENZA CHIMICA TUBI ACRILICI COLATI ED ESTRUSI COME DA RICERCA VEDRIL (GRUPPO MONTEDISON)

Prove effettuate a 20°C e 65% u.r
RR = resiste completamente; RM = resiste mediamente; NR = non resiste
ACIDO INORGANICI
Acido borico RR
Acido cloridrico fino al 40% RR Manganese solfato RR
Acido cromico fino al 40% RR Mercurio solfato RM
Acido clorosolforico RR Nichel solfato RR
Acido fluoridrico fino al 40% RM Potassio bicarbonato RR
Acido fosforico fino al 30% RR Potassio bicromato RR
Acido nidrico fino al 20% RM Potassio carbonato RR
Acido nitrico concentrato NR Potassio cianuro RR
Acido solforico fino al 40% RR Potassio ferricianuro RR
Acido solforico fino all’ 80% RM Potassio nitrato RR
Acido solforico all’ 1% RR Potassio permanganato RR
Acido per accumulatori RR Potassio solfito RR
Potassio solfato RR
ALCALI Rame cloruro RR
Ammoniaca RR Rame solfato RR
Bario idrato, soluzione satura RR Silicio tetracloruro NR
Carbonato potassico, soluzione satura RM Sodio bisolfito RR
Carbonato sodico, soluzione satura RM Sodio cianuro RR
Latte di calce RR Sodio clorato RR
Potassa caustica, qualsiasi concentrazione RM Sodio cloruro RR
Soda caustica, qualsiasi concentrazione RM Sodio fluoruro RR
Soluzione di sapone RR Sodio fosfato RM
Sodio ipoclorito RM
SOSTANZE INORGANICHE Sodio nitrato RR
Acqua di cloro RR Sodio solfato RR
Acqua ossigenata 40 volumi RR Sodio solfuro RR
Acqua ossigenata 120 volumi NR Stagno cloruro (oso) RR
Alluminio cloruro RR Stagno cloruro (ico) RR
Alluminio fluoruro RM Stagno solfato (ico) RR
Alluminio ossalato RR Zinco solfato RR
Alluminio solfato RR Zinco cloruro RR
Alluminio di rocca RR Zolfo RR
Ammonio carbonato RR
Ammonio cloruro RR ACIDO ORGANICI
Ammonio fosfato RR
Ammonio nitrato RR Acido acetico concentrato NR
Ammonio solfato RR Acido acetico fino al 10% RR
Argento nitrato RR Acido butirrico fino al 5% RR
Bario cloruro RR Acido formico NR
Bario solfuro RR Acido formico fino al 2% RR
Calcio cloruro RR Acido lattico fino al 10% RR
Calcio ipoclorito RM Acido ossalico RR
Cloro liquido NR Acido picrico all’ 1% in acqua RR
Cloro di solforile NR Acido stearico RR
Ferro cloruro (ico) RR Acido tartarico fino al 20% RR
Ferro cloruro (oso) RR Acido tioglicolico fino al 10% RM
Ferro solfato (oso) RR Acido tricloroacetico NR
Magnesio cloruro RR
Magnesio solfato RR
SOLVENTI E COMPOSTI ORGANICI
Acetato di amile NR
Acetato di etile NR Trementina RR
Acetone NR Tricloroetilene NR
Alcool allilico NR Tricresilfosfato NR
Alcool amilico NR Trietilammina RR
Alcool butilico NR Xilolo NR
Alcool etilico fino al 20% RR
Alcool etilico anidro NR GAS
Alcool isopropilico NR
Alcool metilico NR Ammoniaca RR
Alcool propilico NR Anidride carbonica RR
Aldeide acetica NR Anidride solforica RR
Anidride acetica NR Anidride solforosa RR
Aldeide formica RR Biossido di azoto RR
Anilina NR Gas illuminante RR
Benzina RM Idrogeno solforato RR
Benzolo NR Metano RR
Bromuro di etile NR Ossido di carbonio RR
Butirrato di etile NR Ossigeno RR
Clorofenolo NR Ozono RR
Cloroformio NR Vapori di bromo RM
Cloruro di etile NR Vapori di cloro RM
Carburante Avio RM
Cresolo NR SOSTANZE ALIMENTARI
Decalina RR
Diacetonalcool NR Aceto RR
Diossano NR Acqua RR
Bromuro di etilene NR Acqua minerale RR
Diottilftalato RM Anice RR
Eptano RR Birra RR
Esalina RR Caffè RR
Esano RR Cannella RR
Etilcloroetere NR Cioccolata RR
Etere di petrolio RR Cipolla RR
Fenolo NR Estratto di camomilla RR
Etere etilico NR Foglie di lauro RR
Ftalato diamilico RM Garofani NR
Ftalano dibutilico NR Latte RR
Glicerina RR Liquori NR
Clicol dietilenico RR Noce moscata RR
Glicol etilenico RR Pepe RR
Lattato di butile NR Sidro RR
Metiletilchetone NR Succhi di frutta RR
Monobromo naftalina RR Vino RR
Naftalina RR
Piridina NR GRASSI, OLII, CERE
Propilene NR
Solfuro di carbonio NR Acidi grassi di raffinazione RR
Tetracloroetano NR Cera di pavimenti RM
Tetracloroetilene NR Olio Diesel RR
Tetracloruro di carbonio NR Olii e grassi vegetali RR
Tetraidrofurano NR Olii minerali RR
Tetralina NR Olii e grassi minerali RR
Toluolo NR Olio per trasformatori RR
DISINFETTANTI DETERGENTE
Acqua ossigenata 100 volumi RR Alcool fino al 20% RR
Acido fenico NR Alcool anidro NR
DDT RM Benzina pura NR
Formalia RR Candeggina (ipoclorito, sodio sol.22) RR
Pasta di cloramina NR Smacchiatore a base di solventi clorurati NR
Pasta di cloruro di calce RR Soluzione acquosa di ammoniaca RR
Spirito (alcool etilico denaturato) NR
Soluzione cloramina fino al 2% RR
Soluzione cloruro di calcio fino al 2% RR
Sublimato corrosivo RR